Sezione "Il Manuale di Karmad" - Capitolo IV

 

4.4 Missioni.

Le missioni sono particolari incarichi che potete richiedere ad alcuni MOB in cambio di oro e altri benefici. Solo un ristretto numero di MOB può fornire missioni, e per interagire con essi dovrete digitare “MISSIONE” seguito da una delle seguenti parole chiave:

Missioni
Missione

Funzionalità

chiedo
Serve per chiedere una missione al MOB e potete intraprenderne al massimo una alla volta. Può di recuperare un oggetto, o magari uccidere qualcuno: in ogni caso vi sarà specificato dove dirigervi per adempiere al vostro incarico. Può tuttavia capitare che il bersaglio da eliminare sia un MOB non particolarmente indicativo, ad esempio: “un bandito” (…e in tutta Waverlay ve ne sono parecchi come potete immaginare). Nel qual caso, tra tanti, potrete riconoscere il bandito che corrisponde alla descrizione esaminandolo.
rinuncio
E' possibile rinunciare all'incarico ricevuto tramite questa opzione. Ciò comporta una piccola penalità: perderete un esiguo ammontare di punti missione, ma risparmierete un po' di tempo.
completa

Una volta portato a termine l'incarico ricevuto, dovrete tornare dal MOB che ve lo aveva assegnato notificandogli con questo comando l'esito positivo. Solo allora riceverete la ricompensa che vi spetta composta normalmente da un piccolo gruzzolo di monete d'oro, alcuni punti missione, e alle volte qualche sessione di pratica in omaggio.

tempo
Vi servirà unicamente a conoscere quanto tempo vi rimane per completare la missione o quanto ancora (tempo espresso in minuti reali) dovrete attendere prima di poterne richiedere una nuova.
informazioni
Nel caso dimentichiate l'obiettivo della missione questo è il comando adatto.
punti
Visualizza l'ammontare di punti missione guadagnati e che, una volta accumulati nel giusto quantitativo, potrete impiegare per richiedere una speciale ricompensa per i servizi resi.
lista

Mostra un elenco dei premi cui potete ambire accumulando un congruo numero di punti missione.

compro

Quando il vostro credito - rappresentato dai punti missione - ha raggiunto un livello adeguato potete richiedere una speciale ricompensa. Per farlo dovrete scrivere: ‘missione compro’, seguito dal numero corrispondente al premio cui ambite. Il comando ‘missione lista’ permette di conoscere sia il numero associato a ciascun premio che l'ammontare di punti per esso richiesti.

Tabella dei comandi per le missioni.

Se mai vorrete cimentarvi in qualche missione, mettendo così alla prova le vostre capacità e conoscenze, il consiglio è di recarvi presso la corte della Rocca: lì troverete senz'altro qualcuno in cerca di volenterosi avventurieri.

4.5 Gruppo.

Rientrano in questo insieme tutti quei comandi che permettono di creare, gestire o unirsi ad un gruppo, sia esso composto da MOB (seguaci) o altri giocatori. Vediamoli in rassegna uno ad uno spiegandone il relativo campo d'utilizzo:

Gruppo
Comandi

Funzionalità

seguo
Normalmente si utilizza questo comando per seguire un altro giocatore in modo da poter poi essere annessi al suo gruppo (…la sintassi è semplice: ‘seguo <nome bersaglio>’), ma può essere usato anche ad altri scopi: ad esempio per pedinare un MOB. Per smettere di seguire qualcuno basterà scrivere ‘seguo me’, o al più ‘seguo <proprio nome>’.
gruppo
Per annettere (o all'occorrenza escludere) un personaggio al vostro gruppo basterà scrivere ‘gruppo <nome bersaglio>’, sempre che questi vi abbia preventivamente seguito e sempre che non siate voi ad essere già membri di un altro gruppo. E' possibile velocizzare la formazione del gruppo usando la sintassi ‘gruppo tutti’; così facendo tutte le persone che attualmente stanno seguendovi diverranno automaticamente parte del gruppo. Dal momento in cui il gruppo viene composto potrete comunicare coi membri utilizzando il comando ‘gdico <frase>’ e visualizzare lo stato psico-fisico di ciascun membro semplicemente scrivendo ‘gruppo’.
gchi
e gtitolo

Il leader di ciascun gruppo, ovvero colui che guida la comitiva, ha la possibilità di scegliere per la squadra un titolo. Per farlo basterà scrivere ‘gtitolo’ seguito dal nome che si intende assegnare al gruppo. Se siete a corto di fantasia potete utilizzare l'opzione: ‘gtitolo casuale’, ed automaticamente ve ne sarà assegnato uno d'ufficio. Il titolo da voi inserito apparirà nella visualizzazione del ‘gchi’, tramite cui viene mostrato l'elenco di tutti i gruppi presenti su Waverlay. E' possibile infine cancellare il titolo corrente semplicemente scrivendo ‘gtitolo’.

ordino
Serve ad impartire ordini ai vostri personali seguaci, normalmente MOB sotto gli effetti d'un vostro incantesimo di controllo oppure animali ammaestrati. Per impartire essi un ordine dovrete usare la forma: ‘ordino <nome seguace> <comando>’. Se poi ne avete più d'uno e volete dare a tutti uno stesso ordine, potete usare la sintassi: ‘ordino seguaci <comando>’.

affranco

Potete congedare un seguace sotto il vostro controllo in qualunque momento scrivendo ‘affranco’ seguito dal nome del seguace che intendete liberare. I seguaci sotto gli effetti d'un incantesimo di controllo in ogni caso ad un certo punto riusciranno a tornare padroni di se, e non sempre avranno reazioni amichevoli. Potete conoscere il tempo residuo di dominio sui vostri seguaci semplicemente esaminandoli, in modo da poter prendere per tempo le debite contromisure.

Tabella dei comandi di gestione del gruppo e dei seguaci.

4.6 Passaggi segreti.

Come già mostrato in precedenza per interagire con le uscite convenzionali (porte, cancelli, etc…) basta utilizzare i comandi apro, chiudo ed eventualmente sblocca e blocca. Quando invece abbiamo a che fare con passaggi segreti, ovvero con uscite nascoste o comunque non immediatamente rilevabili, tali azioni possono essere non più sufficienti: sarà compito del giocatore trovare il giusto modo d'interagire col passaggio al fine di aprirlo o chiuderlo.

Per aprire alcuni passaggi poi può persino essere necessario munirsi della giusta attrezzatura ed eventualmente seguire corsi specifici che spieghino come utilizzarla al meglio. E' questo il caso dello “scavare”, abilità che può essere impiegata per aprire passaggi usando la sintassi ‘scava <nome passaggio>’.

Si rammenta, citando il regolamento, che “non è ammesso fornire informazioni relative ai segreti del mondo di Waverlay, siano essi passaggi segreti, soluzioni di enigmi, mappe, e via discorrendo”.

4.7 Seguaci.

Vi capiterà sicuramente di avere a che fare con dei seguaci, sia perché evocati da voi stessi con la magia, sia perché assoldati come mercenari presso i luoghi preposti. Il comando per impartire comandi ad uno o più seguaci è ‘ordino <nome seguace> <azione>’. Ma se volete ordinare a tutti i vostri scagnozzi di attaccare un elfo potete usare la forma: ‘ordino seguaci uccidi elfo’. Infine, per far si che tutti i seguaci vi assistano automaticamente una volta ingaggiato il combattimento è possibile ricorrere al comando “guardia” scrivendo ‘ordino tutti guardia’, e se non si desidera più tale comportamento basta imporre a ciascuno di badare a se stesso scrivendo: ‘ordino tutti guardia me’. Quando un seguace uccide un MOB, i punti esperienza vengono direttamente trasferiti al suo master, cioe' su chi lo controlla. Si badi che ogni personaggio è considerato responabile delle azioni dei propri seguaci, per cui occhio!

4.8 Combattimento.

La maggior parte dei combattimenti si svolge per lo più impiegando i comandi specifici delle abilità che di volta in volta andremo ad utilizzare, tuttavia un piccolo gruppo di comandi ne sancisce i fondamenti. Come di consueto li presenteremo in forma tabellare spiegandone accanto il significato e l'utilizzo.

Combattimento
Comandi

Funzionalità

uccido
e assassina
Se cercate un modo semplice e veloce per attaccare qualcuno senza usare alcuna abilità particolare la sintassi ‘uccido <target>’ fa al caso vostro. Da notare che, una volta ingaggiato il combattimento, non avrete possibilità di utilizzare questo comando su un secondo bersaglio fintanto che non vi sarete sbarazzati del primo, salvo non disponiate dell'apposita abilità “cambia avversario”. Per attaccare invece altri giocatori, laddove questo è concesso, si utilizza il comando ‘assassina <target>’.
lancio
Si impiega questo comando per tentare di colpire a distanza un avversario impiegando piccoli oggetti adatti allo scopo, solitamente pugnali o lance. La sintassi è un po' lunga ma semplice: ‘lancio <oggetto> <direzione> <bersaglio>’.
scaglio

Permette di utilizzare armi da lancio vere e proprie, come balestre e archi, premunendosi di impugnarle e di avere in inventario (o in una faretra per le frecce) almeno un proiettile adatto. Per scagliare un proiettile contro qualcuno useremo: ‘scaglio <direzione> <bersaglio>’.

fuga
La sintassi ‘fuga <numero di pf>’ vi permette di impostare un valore di punti ferita minimo sotto il quale il vostro personaggio automaticamente cercherà di fuggire. I giocatori esperti sono soliti disattivare questa modalità scrivendo ‘fuga 0’ in modo da avere totale controllo sul personaggio, tuttavia si consiglia ai principianti d'avvalersi del setting di default che può essere impostato semplicemente scrivendo ‘fuga’. Questo comando è noto anche come ‘wimpy’.
scappo
Per tentare di fuggire da un combattimento quando le cose si mettono male si può ricorrere a questo comando scrivendo semplicemente ‘scappo’. Qualora il tentativo di fuga andasse a buon fine, questo avverrebbe in una direzione casuale tra quelle disponibili (…ecco perchè l'abilità “ritirarsi” dei ladri è spesso tanto preziosa). Nella fuga potreste anche doverci rimettere qualche piccolo bene.
valuto
Il comando ‘valuto <nome MOB>’ vi aiuterà a stimare in modo approssimativo le vostre possibilità di vittoria in uno scontro diretto contro un determinato MOB. La valutazione ordinaria tiene conto d'un solo ma decisivo parametro: la differenza di livelli tra voi e il contendente. E' possibile compiere valutazione sul nemico molto più dettagliate con l'utilizzo delle “conoscenze”.

assisto
e guardia

Con il comando ‘assisto <nome PG>’ attaccherete automaticamente colui che sta combattendo contro il PG indicato fino al termine della battaglia. Se volete assistere un PG per più combattimenti senza doverlo riscrivere ogni volta, basterà specificarlo usando la sintassi: ‘assisto <nome PG> sempre’. Il comando guardia svolge grossomodo la stessa funzione ma, se usato senza argomento pone il PG a difesa del proprio leader/master, diversamente porrà il PG in difesa del giocatore indicato. Per tornare a badare solo a se stessi si useranno le forme: ‘assisto me’ e ‘guardia me’.

Tabella dei principali comandi di combattimento.

4.9 Altro.

Raccogliamo in questo gruppo un insieme misto di comandi dal vario utilizzo, la maggior parte dei quali ha comunque carattere prettamente informativo. Non si deve per questo trascurare il loro apprendimento, tanto che alcuni sono da considerarsi addirittura vitali per una corretta gestione del proprio personaggio.

Altro
Comandi

Funzionalità

aiuto
e aiuti
In assoluto ‘aiuto’ è il comando di maggiore utilità nel MUD in quanto permette l'accesso ad un vasto archivio di nozioni relative a pressochè ogni argomento: comandi, abilità, incantesimi, etc…. Acquisendo una buona padronanza di quest'unico comando riuscirete di certo a togliervi molti dubbi o curiosità in modo del tutto autonomo. Usando la forma ‘aiuto <termine>’ verrà effettuata una ricerca sul termine o i termini indicati e restituite, se esistono, le relative informazioni del caso. Se vengono individuate più corrispondenze, ne verrà presentata una lista in modo da poter riformulare la richiesta in modo più specifico. Qualora il termine da inserire richieda più d'un argomento, è bene inserire quest'ultimo tra apici. Il comando ‘aiuti’ invece fornisce un lungo elenco di tutti gli aiuti disponibili. Per restringere il campo, mostrando solo gli aiuti di un certo livello o aventi tra le parole chiave un termine specifico (o parte d'esso), si potrà impiegare le sintassi: ‘aiuti <livello minimo> <livello massimo> [termine]’ o più comunemente ‘aiuti <termine>’. Ad esempio, scriveno ‘aiuti g’ otterremo un elenco di tutti gli aiuti in cui almeno un sua sua parola chiave ha inizio con la lettera g.
comandi
Scrivendo ‘comandi’ apparirà un lungo listato esaustivo di tutti i comandi in italiano (in prima o in terza persona) disponibili al giocatore, dei quali le corrispettive versioni inglesi - non visualizzate ma operative - si configurano come semplici cloni. Solo una categoria di comandi, disponibile esclusivamente in lingua italiana, e' stata completamente celata ai giocatori: i comandi speciali per l'apertura dei passaggi segreti. Questa tipologia di comandi, essenzialmente verbi in prima e seconda persona singolare, per essere riconosciuti vanno inseriti in forma estesa (mai troncata) e puo' rivelarsi anche abbastanza difficile scoprirli. Per il resto, come spiegato per il comando ‘aiuto’, è possibile restringere l'elenco a gruppi di comandi aventi un certo prefisso usando la sintassi: ‘comandi <prefisso>’, ove il prefisso può anche essere rappresentato da una singola lettera.
condizione

Il comando ‘condizione’ visualizza una schermata che riassume alcune informazioni relative al vostro personaggio, come l'età, la razza, il peso, l'altezza, il titolo, l'oro posseduto, etc….

statistiche
Visualizza informazioni relative le capacità fisiche del vostro personaggio: le statistiche (naturali e modificate), la classe d'armatura, gli incantesimi attivi, lo stile di combattimento in uso, il bonus al tiro per colpire e al danno, la lingua utilizzata, etc…. Nel caso poi le informazioni offerte non siano per voi sufficienti è possibile ricorrere all'ancor più esaustivo comando ‘dati’.
mostra

Il comando ‘mostra’, nato su richiesta richiesta d'un giocatore non vedente per necessità d'accesso rapido e selettivo alle informazioni, è divenuto poi d'uso comune presso molti giocatori. Tale comando deve essere associato ad alcuni argomenti specifici, e a seconda vi restituirà informazioni corrispondenti: px, stat, livello, txc (bonus al colpire), danno (bonus al danno), forza (for), destrezza (des), costituzione (cos), carisma (car), fortuna (frt), intelligenza (int), saggezza (sag), ac, allineamento, fame, sete, oggetti (obj), pg. Usato senza argomento fornisce una lista dei mob e degli oggetti visibili presenti nel luogo in cui vi trovate. Quelli che più userete sono di certo: ‘mostra px’ e ‘mostra stat’.

chi, gchi
e informazioni
Il comando ‘chi’ mostra una lista dei giocatori online, mentre ‘gchi’ un elenco dei gruppi (…per eventualmente chiedere di aggregarsi). Sono esclusi dall'elenco i giocatori che virtualmente non potete vedere poichè ad esempio nascosti o invisibili. Il comando ‘chi’ può essere utilizzato anche in forme più complesse per ottenere elenchi più specifici. Ad esempio, usando la forma ‘chi <livello minimo> [livello massimo]’ si otterra una lista di tutti i PG compresi tra i livelli indicati. Analogamente, usando ‘chi <nome classe>’ otterremo la lista dei PG appartenenti ad essa. E' possibile anche combinare le forme: ‘chi 1 10 guerriero’. Potete poi ottenere alcuni dati su ciascun PG in elenco impiegando la sintassi: ‘informazioni <nome PG>’.
dove
Scrivendo semplicemente ‘dove’ otterremo una tabella indicante tutti i personaggi presenti nell'area in cui siete. Con le debite competenze, usando la forma ‘dove <nome PG/MOB>’, si otterrà la medesima informazione specifica però al nominativo indicato. Particolari stati del bersaglio (…l'essere invisibili o nascosti ad esempio) possono bloccare il comando e non rivelarne la presenza.
salva
Questo comando è utilizzato per salvare i dati relativi al vostro PG, ed è consigliabile usare questo comando piuttosto spesso per evitare di incombere in crash improvvisi e perdere i punti esperienza o quanto accumulato a seguito dell'ultimo salvataggio effettuato.
imposto
e pagina

Scrivendo ‘impostazioni’ vi apparirà una maschera contenente vari settaggi funzionali relativi al vostro personaggio. A fianco di ogni opzione è presente un simbolo che chiarifica se una particolare opzione sia attiva (+) o disattiva (-). Per modificare queste voci si scriverà ‘imposto +<opzione>’ o ‘imposto -<opzione>’, dove per opzione si deve digitare la parola con l’iniziale evidenziata sulla maschera a video. Se ad esempio si vuole impedire ai PG di convocare il nostro personaggio basta scrivere ‘imposto -convocazione’. Normalmente il setting di default è adeguato alla maggior parte dei giocatori, anche se può fare eccezione l'opzione “telnet” che, se attivata, invierà al client da voi in uso una particolare sequenza di caratteri aggiuntiva necessaria ad alcuni di essi per una corretta visualizzazione: tra questi TinTin++. Compare nella maschera principale delle impostazioni anche il valore di pf indicato per la fuga automatica (vedi comando ‘fuga’) e il numero di righe a cui interrompere i listati secondo quanto indicato con il comando ‘pagina <numero di righe>’. Non compare invece l'opzione ‘privacy’ che permette una differente gestione del comando ‘dico’ ma che può essere regolarmente settato usando ‘imposto <+ o ->privacy’. Lo stato è visibile usando il comando ‘canali’.

fine
Consente di uscire immediatamente dal MUD lasciando però ogni cosa in vostro possesso a terra lì dove vi trovate. E' sempre possibile fare fine salvo durante i combattimenti o a distanza temporale troppo ravvicinata da essi perchè possano considerarsi conclusi.
offerta
e affitto
Scrivendo ‘offerta’ in presenza di un MOB locandiere, vi sarà indicato l'ammontare giornaliero per l'ospitalità (comprensivo della custodia del vostro intero equipaggiamento). Scrivendo dunque ‘affitto’ vi ritirerete nella locanda uscendo dal gioco. Attenzione: se il denaro in vostro possesso ad un certo punto non sarà più sufficiente, ogni vostro avere sarà trattenuto per saldare il conto. Si rammenta anche che, presso un locandiere, è possibile ricorrere ai comandi ‘riponi’, ‘elenca’ e ‘recupera’ per lasciare in taverna al sicuro parte dell'arsenale in vostro possesso di cui avete solo occasionalmente bisogno.
oro
Mostra semplicemente la quantità di monete d'oro che state trasportado. Quando diventano troppe è consigliabile fare un salto in banca per alleggerirsi depositando quanto è di troppo.
deposito,
bilancio e prelevo
Tutti e tre i comandi vanno usati all'interno d'una banca e vi pemetteranno rispettivamente di: depositare tutto o parte del vostro oro (‘deposito <quantitativo di monete>’); sapere quanto avete sul vostro conto (‘bilancio’); prelevare l'oro di cui avete bisogno, anche tutto volendo (‘prelevo <quantitativo di monete d'oro>’).

pratica
e abilita

Il comando ‘pratica’ permette al personaggio di ottenere un elenco in ordine alfabetico di tutte le abilità in suo possesso e relativo grado di competenza raggiunto. Usando il comando abilità otterremo una visualizzazione per livelli (cosa che torna molto utile se siete dei multiclasse in presenza del vostro maestro di gilda). Scrivendo poi ‘pratica <nome abilità>’ avrete modo di acquisire una nuova abilità, a patto d'essere del livello giusto, di disporre d'almeno una sessione di pratica e di avere di fronte un maestro disposto ad insegnarvi l'abilità.
titolo
Usando ‘titolo <testo>’ indicherete un appellativo che sarà visualizzato accanto al vostro nome.
biografia
e descrizione
Questi comandi sono piuttosto importanti se volete dare un’impronta narrativa e descrittiva al personaggio. Con biografia potete inserire la storia del vostro pg che verrà visualizzata tramite ‘chi <nome pg>’. Digitando descrizione invece avrete modo di esprimere l’aspetto del vostro personaggio cosicchè chiunque vi guardi vedrà la descrizione che avete scritto (…si richiede comunque un minimo di coerenza con la classe d'appartenenza e i dati effettivi relativi al PG).
password
La sintassi ‘password <nuova password> <ripeti nuova password>’ consente di cambiare la password d'accesso al vostro personaggio. Come già detto, non abbiate timore di vedere la vostra password scoperta tramite questo comando: l'input sarà oscurato e criptato persino ai creatori.
ldt
Serve per segnalare la vostra temporanea assenza dal computer. Naturalmente andare ldt non comporta nessun vantaggio in gioco, i mob non eviteranno certamente di attaccare un personaggio perché ldt (…che sta appunto per “lontano dalla tastiera”)!
dei
e consacro
Scrivendo ‘dei’ otterrete un elenco delle divinità cui sarà possibile consacrarsi utilizzando l'ononimo comando (‘consacro <nome divinità>’). Prima di farlo controllate attentamente il background della divinità (‘dei <nome divinità>’) per vedere se è compatibile con il vostro allineamento ed in generale al vostro modo di giocare.
ora
Serve per vedere l'ora, il giorno ed il mese del MUD, nonchè alcune informazioni come l'orario dell'ultimo reboot effettuato dal server. Non stupitevi se data e ora risuleranno sballate: è colpa di Alek, prendetevela con lui ;)
news
Quando si apportano modifiche ritenute di rilievo al MUD (nel codice, nelle aree, etc…), gli amministratori lo segnalano creando una news che potrà essere visualizzata digitando semplicemente ‘news’. Ripetete il comando finchè non sarete giunti all'ultima di esse. Potete anche rileggere una news specifica usando la forma ‘news <numero news>’, oppure saltare dalla prima all'ultima e viceversa con ‘news salta’.

bug, errore
e idea

Capita alle volte, speriamo non troppo spesso, che qualcosa non funzioni correttamente; nel qual caso potete rendercelo noto impiegando la sintassi ‘bug <descrizione del problema>’. Per gli errori grammaticali il comando è invece ‘errore <frase contenente l'errore>’. Per suggerici qualcosa infine: ‘idea <suggerimento>’. Per tutti e tre i casi può essere in alternativa inviata una eMail all'indirizzo RdAMUD@gmail.com (…cosa che in realtà Alek preferisce).

Tabella dei principali comandi informativi e d'uso vario.

4.10 Sintassi.

Esistono due fondamentali regole sintattiche che talvolta è necessario impiegare per svolgere determinate azioni sul MUD e che dunque è bene conoscere. La prima ci permette di selezionare un elemento particolare tra tanti disponibili. Se ad esempio ci troviamo di fronte a due o più MOB apparentemente identici e vogliamo interagire singolarmente con ciascuno d'essi, potremo farlo facendo precedere al nome del MOB il numero di quello che a noi interessa secondo la sintassi generica: ‘<comando> <numero>.<nome mob>’. Le medesime regole si applicano agli oggetti. Supponiamo ad esempio di avere tre zaini e di voler posare il secondo; useremo dunque l'espressione ‘poso 2.zaino’.

La seconda regola riguarda il modo in cui possiamo far interpretare al MUD un nostro input composto da due o più termini al fine che sia valutato come un'unica espressione. Di norma infatti ciascun termine viene considerato singolarmente, e vengono considerati solamente quelli strettamente necessari dal comando che si sta usando. Tant'è che se ad esempio scrivessimo ‘uccido scheletro ashduihed’, la sequenza casuale di lettere posta come terzo argomento sarebbe del tutto ignorata avendo il comando ‘uccido’ arietà uno. Se invece avessimo scritto ‘uccido 'scheletro ashduihed'’ impiegando gli apici - ed è appunto questa la regola - il MUD sarebbe andato a cercare una creatura con quel nome assurdo, con esito sfavorevole evidentemente. E' per questo che è sempre consigliabile utilizzare gli incantesimi il cui titolo è formato da più d'un termine includendoli tra apici. Ad esempio: ‘formulo 'dardo incantato' scheletro’.

Continua...

 

Copyright © 2004 RoccaMUD ™